IMG_20160511_195024cropped-logo-policlinico.jpg


Facoltà di Medicina e Odontoiatria

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia “D”

Metodologia Medico-Scientifica Clinica (I)


Facoltà di Farmacia e Medicina

Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia

Anatomia Umana


Corso di Specializzazione in Chirurgia Generale


Prof. G. Marenga

S. Ragonici, L. Santomassimo, C. Vincenzi, M. Rocchetti

One comment

  1. REmo SANTOMASSIMO · maggio 13, 2016

    A coloro che curano con impegno senza aver prima incassato allo studio privato una bella parcella in nero per una visita a pagamento.
    Quando ci accade qualcosa di imprevisto tutti i piani saltano, la nostra tranquillità, che ci illudiamo venga da soldi più o meno sudati, da amici più o meno veri, da una posizione sociale di cui ci vantiamo ignari della piccolezza del nostro essere, ebbene tutto questo non serve più e ci affidiamo a uno sconosciuto in uno sconosciuto reparto di urgenza.
    Ecco una iniziativa dedicata a questi uomini e donne, una finestra su questi sconosciuti.
    Affacciatevi senza morbosità, pensate a quante volte vi è accaduto di giovarvi dell’aiuto di queste ombre.
    Non avete mai saputo il loro nome, qualche volta il ricordo è accompagnato da senso di disturbo per quella situazione di bisogno e anonimato in cui vi siete trovati.
    Spero, più spesso, che invece ricordiate, pur nella disorganizzazione e carenze di molte strutture, una voce , il tocco di una mano, una parola amica in assenza di quelli che sempre consideravate i vostri soli amici.
    Accanto a questo pensate alla capacità tecnica che deve essere il fondo di questo imprevisto incontro ma da sola cura e non rassicura.

    Poi, disorientati, vi dicono che potete andare: sono arrivati i parenti, non avete fatto in tempo a telefonare all’amico primario o magari non vi ha risposto… cercate le chiavi del SUV, sono in tasca con qualche macchia di sangue.
    Solo per un attimo capite la stupidità di tante preoccupazione, solo per pochi minuti ricordate il volto di chi vi ha curato, poi come a togliere i pensieri, pulite le chiavi.

    Al sito collabora mio figlio e il pensiero che collega questo fatto a questo post mi è montato dentro mentre scrivevo.

    Verrà per tutti un giorno dell’urgenza, dell’emergenza, del pericolo: nel disorientamento, nella paura, medici e infermieri sconosciuti ci daranno il loro aiuto il resto conterà poco, tutto sarà preso dal nostro stato, ma resterà un angolo di pensiero dedicato ad un affetto insostituibile.

    Quando accadrà tutto questo anche per me, non so se lui sarà lì, chiedo troppo, ma io sarò con lui con quel brandello di pensiero salvato al dolore.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...